Cos’è l’Euribor e come viene calcolato?


tasso di interesse

Il concetto di Euribor è diventato parte del nostro vocabolario quotidiano. Nel calcolare il tasso di interesse di un mutuo, prestito o prodotto di risparmio, viene sempre menzionato. L’Euribor è stato creato nel 1999 ed è l’acronimo di “EURo InterBank Offer Rate”, indica il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee.

L’importanza dell’Euribor

L’Euribor è utilizzato come tasso di riferimento per prestiti e prodotti che comportano pagamenti di interessi con scadenza futura. Ciò spiega perché è così importante all’interno dei prodotti bancari. Il tasso di riferimento ufficiale più comunemente usato è l’Euribor ad un anno.

Prima dell’introduzione dell’Euro, venivano utilizzati diversi tassi di interesse di riferimento, ma la maggior parte delle transazioni creditizie era indicizzata al LIBOR (London InterBank Offer Rate).

Come viene calcolato l’Euribor?

Di fatto, l’Euribor non è solo un tasso di interesse, ma la media ponderata di diversi tassi di interesse. Questo tasso medio è calcolato sulla base dei tassi di interesse giornalieri offerti da 50 istituti di credito sul mercato interbancario selezionato dalla Federazione Bancaria Europea sulla base delle loro valutazioni di mercato. Reuters, un’agenzia con sede nel Regno Unito, è responsabile del calcolo e della pubblicazione dell’Euribor su base giornaliera.

L’Euribor viene calcolato sulla base delle informazioni fornite dalle banche di riferimento giornalmente ed entro le 10.45 del mattino. Reuters calcola l’Euribor ogni giorno alle 11.00. Il 15% più alto o più basso dei tassi di interesse di riferimento viene eliminato, il resto viene mediato ed il risultato viene arrotondato al terzo decimale. Al fine di garantire che il processo di calcolo sia il più trasparente possibile, Reuters pubblica sia i risultati che i tassi di interesse utilizzati nel calcolo.

Esistono 8 tassi di interesse Euribor con scadenze diverse (1 settimana, 2 settimane, 1 mese, 2 mesi, 3 mesi, 6 mesi, 9 mesi, 12 mesi) che vengono pubblicati quotidianamente.

Se volessimo sapere, per esempio, quale tasso di interesse pagheremmo su un prestito collegato all’Euribor a 1 anno + il 4%, dovremmo aggiungere il tasso Euribor pubblicato dalla scadenza di un anno (un valore percentuale arrotondato al terzo decimale posti) a questo 4% il giorno in cui il prestito è completato o rivisto. Se il tasso Euribor, in quel giorno, è negativo, la maggior parte dei prestiti e dei mutui utilizzerà Euribor = 0 come tasso di riferimento, quindi il tasso di interesse risultante sarebbe il tasso base del 4%.

Dopo diverse discussioni tra Parlamento Europeo, Commissione Europea, BCE e banche centrali, il nuovo tasso Euribor, salvo proroghe, esordirà nel 2022.

Il nuovo Euribor dovrà rispettare i requisiti fissati dal Regolamento Ue sugli indici di riferimento (Bmr, Benchmarks Regulation), garantirà maggiore trasparenza e stabilità e verrà calcolato sulla base delle transazioni effettive avvenute sul mercato, come ribadito dai princìpi della Iosco (Organizzazione internazionale delle Autorità di controllo dei mercati finanziari).


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi