Mutui offset


L’offerta di tipi di tasso e di conseguenza di tipi di mutuo sul mercato bancario è in continua evoluzione ed uno dei più innovativi mutui lanciati negli ultimi anni è il mutuo off-set.

Questi mutui sono ancora un prodotto abbastanza di nicchia perché, forse per le loro caratteristiche non immediatamente comprensibili, vengono scelti da una percentuale molto piccola di italiani che stipulano un mutuo per l’acquisto della casa.

I mutui off-set sono dei mutui classici ai quali è stato aggiunta una caratteristica particolare che permette di pagare meno mensilmente decurtando dalla rata una parte della quota interessi da rimborsare.

Tecnicamente al mutuo vengono collegati uno o più conti correnti tradizionali su cui il cliente potrà gestire la propria liquidità e fare tutte le operazioni normali di conto corrente ma con in più la possibilità di ridurre la rata mensile in funzione della quantità di denaro presente sul conto, che viene remunerata allo stesso tasso d’interesse a cui è indicizzato il mutuo.

 Ci sono fondamentalmente due possibili tipi di funzionamento dei mutui offset:

– il primo prevede che la quota interessi della rata mensile sia calcolata su un importo pari alla differenza aritmetica tra il debito residuo del mutuo ed il saldo medio del conto corrente collegato al mutuo;

– il secondo prevede invece il pagamento mensile della rata classica ed il contemporaneo accredito sul conto degli interessi maturati dalle somme liquide sul conto remunerate allo stesso tasso del mutuo.

Entrambe le opzioni di mutuo offset hanno il vantaggio di consentire un risparmio in termini di rate mensili più basse grazie al “debito residuo figurato” più basso senza dover effettuare estinzioni parziali anticipate e quindi rimanendo sempre nella completa e totale disponibilità del denaro depositato sul conto.

Tuttavia noi preferiamo i mutui offset del primo tipo perché con il secondo tipo di mutui offset bisogna considerare che sugli interessi accreditati sul conto corrente bisognerà pagare la normale imposta del 27% che viene applicata agli interessi attivi dei conti correnti tradizionali.

Un punto importante da tenere a mente quando si valutano i mutui offset è che il beneficio del risparmio si applica solo sulle somme libere disponibili sul conto corrente collegato al mutuo, questo significa che sono escluse da tutti i conteggi tutte quelle somme messe in un conto deposito collegato al conto corrente di appoggio del mutuo oppure quelle poste in deposito vincolato.

Concludendo, i mutui off-set sono una buona soluzione ed un’ottima occasione di risparmio per chi ha, o pensa di poter accumulare nell’arco dei primi anni di vita del mutuo, una buona somma di denaro ma non vuole privarsi di averne la piena ed immediata disponibilità in caso di necessità.

In più i giovani, con alcuni di questi mutui come quello di CheBanca!, hanno la possibilità di farsi aiutare con il mutuo da genitori e nonni senza pesare sulle loro finanze, semplicemente collegando i conti correnti della famiglia al conto di appoggio del mutuo offset. Le somme in giacenza sui conti collegati contribuiranno a ridurre il debito residuo figurato ed a far diminuire l’importo delle rate, come appena spiegato.

Per maggiori particolari su questo tipo di mutui vi invitiamo a scoprire di più sui mutui variabili off-set e sui mutui fissi off-set.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi