Prestiti mobili e arredamento


I prestiti per acquisto mobili ed arredamento sono una delle categorie di prestiti personali più diffuse e più apprezzate dai consumatori italiani.

Quando si compra casa per la prima volta o anche semplicemente quando si decide di rimodernare la propria casa magari comprando un soggiorno nuovo o regalando una nuova cucina alla propria moglie, ci si ritrova a girare per i diversi negozi di mobili alla ricerca della soluzione più adatta che arredi la propria casa in modo da renderla più piacevole e più confortevole.

Una volta trovato l’arredamento giusto per la nostra casetta bisogna scegliere se pagare i mobili direttamente attingendo ai propri risparmi oppure dilazionare il pagamento con un finanziamento. In questo secondo caso ci vengono in soccorso i prestiti arredamento.

I prestiti mobili ed arredamento sono tra le prime cinque finalità richieste alle banche ed alle società finanziarie dai cittadini italiani, vengono concessi per importi che in genere vanno da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 30.000 euro e per durate da 12 mesi a 10 anni.

I prestiti mobili ed arredamento erogati su internet come prestiti on line, come quelli richiesti ed erogati direttamente in filiale dalle banche e dalle finanziarie sono tutti dei prestiti personali non finalizzati. Quindi, essendo dei prestiti non finalizzati, non sono legati indissolubilmente al singolo bene oggetto del prestito.

Tuttavia, sempre più spesso, le banche e le finanziarie che devono erogare il finanziamento chiedono al cliente di presentare il preventivo di spesa rilasciato dal mobiliere per avere, se non la certezza, quantomeno un’indicazione precisa del fatto che il denaro prestato sarà utilizzato davvero per l’acquisto dei mobili e non per altri usi magari più rischiosi dal punto di vista della banca.

Discorso diverso, invece, va fatto per i finanziamenti per l’acquisto dei mobili concessi direttamente nel negozio di mobili grazie alle convenzioni che i grandi negozi di arredamenti, ma anche i piccoli mobilieri, hanno con le singole società finanziarie che poi erogheranno effettivamente il prestito.

In questo caso i prestiti per mobili e arredamento sono dei prestiti finalizzati e siamo in presenza di un legame diretto tra il denaro concesso in prestito ed i mobili acquistati, infatti nell’operazione di finanziamento non ci sono più solo due soggetti, banca e cliente, bensì tre perché ai primi due si aggiunge il negoziante.

In particolare, con il prestito per mobili finalizzato la banca o la finanziaria versa i soldi per il pagamento dei mobili direttamente al negozio di mobili, il mobiliere consegna i mobili al cliente ed il beneficiario del prestito pagherà i mobili rimborsando il prestito con rate mensili direttamente alla banca o finanziaria che ha concesso il prestito.

In sostanza, da una relazione tra due parti tipica dei prestiti personali non finalizzati, con la finanziaria che deposita i soldi sul conto del cliente il quale poi autonomamente deciderà come e quando pagare i mobili, con il prestito finalizzato si passa ad una situazione in cui all’operazione di acquisto/finanziamento si aggiunge un terzo player, il mobiliere o il negoziante di mobili.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi