Mutui completamento costruzione


Tra tutti i mutui riguardanti la casa, oltre ai più classici riguardanti l’acquisto di prima o seconda soluzione abitativa, ve ne sono alcuni che oggi godono di una domanda inferiore ma molto utili per esigenze specifiche, come i mutui per il completamento di una costruzione.

I mutui completamento costruzione sono mutui studiati e proposti da quasi tutte le banche italiane per dare la possibilità a chi ha ereditato o ha iniziato a costruire in passato una casa di poterla completare per iniziare ad abitarla.

Un mutuo completamento costruzione richiede alcuni prerequisiti ovvero innanzitutto la proprietà e il possesso dell’immobile che deve essere ancora in costruzione. Necessaria poi l’affidabilità creditizia di chi lo richiede, che quindi dovrà dimostrare di godere di redditi certificabili sia per quanto riguarda la durata che l’entità.

Come per altri mutui riguardanti la casa, gli istituti bancari preferiscono offrire linee di credito a quanti hanno un contratto di lavoro in essere, soprattutto di tipo a tempo indeterminato, visto che trattasi di soggetti con rischio di insolvenza minore.

Le durate per cui possono essere richiesti i mutui per completamento costruzione vanno in genere dai 5 anni ai 30 anni, difficilmente, specie in periodi di congiuntura economica negativa, questi mutui vengono concessi per durate oltre i trent’anni.

Per quanto riguarda i tassi di indicizzazione dei mutui per completamento costruzione, molte banche ammettono tutti i tipi di tasso, ma anche qui, come detto per i mutui prima casa, il consiglio che ci sentiamo di dare è quello di mettere parecchia attenzione nella scelta tra un mutuo a tasso variabile ed un mutuo a tasso fisso.

Anche per la finalità completamento costruzione si possono avere importi del mutuo molto elevati, proprio in questi casi la scelta del tipo di tasso deve essere fatta con attenzione ponderando tutti gli elementi di convenienza con tutti i fattori di rischio.

Infatti, se è vero che nel futuro potrete sostituire o surrogare il mutuo, è anche vero che trovarsi in una situazione di difficoltà nell’onorare il pagamento delle rate mensili può essere davvero spiacevole.

Quindi ribadiamo, riflettete bene prima di scegliere il tipo di tasso per il vostro mutuo e prendete in considerazione anche le tipologie “intermedie” di mutuo come, ad esempio, i mutui offset e i mutui a tasso variabile con cap rate (tetto al tasso).


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi