Si diventa ricchi con il mining di criptovalute?


mining di criptovalute

Nonostante la notevole flessione del prezzo del Bitcoin, le criptovalute continuano ad essere sulla cresta dell’onda, a volte per motivi non propriamente positivi (truffe di milioni di dollari). Quanto è semplice fare fortuna “legale” in criptovaluta? Vale la pena iniziare?

Per chi non lo sapesse, fare il mining di criptovalute significa contribuire a verificare l’accuratezza dei registri blockchain pubblici utilizzando l’enorme quantità di potenza di elaborazione del computer. In sostanza, il miner o “minatore” viene ricompensato per aver tenuto in ordine i registri delle piattaforme di cripto. Per ottenere guadagni notevoli, bisogna lavorare però molto.

L’estrazione di criptovalute richiede strumenti software gratuiti e un rig dedicato. Se in passato questa attività poteva essere fatta con un PC sufficientemente potente (con quattro schede grafiche), adesso la situazione è diversa. Ci sono GPU create come processori di mining e schede grafiche commercializzate appositamente. In poche parole, ci sono minatori che hanno speso una fortuna per creare elaboratori potentissimi, che spesso occupano spazi come un garage di medie dimensioni.

Altro fattore di rischio è l’attuale instabilità a cui stanno andando incontro criptovalute come il Bitcoin, con l’attività di mining che può iniziare o smettere di diventare redditizia a seconda del valore corrente di una valuta virtuale.

Ci sono diversi calcolatori di profitto sul web che offrono potenza di calcolo ed energia elettrica necessarie per guadagnare una certa somma di denaro; in questo modo, si può vedere esattamente quanto si potrebbe guadagnare. Volendo, si potrebbero sborsare migliaia di euro con un kit specializzato, ma anche in questo caso si rastrellerebbero solo una manciata di euro al giorno con i Bitcoin.

Altre, come Feathercoin ed Ether, attualmente hanno un potenziale di profitto migliore rispetto ai bitcoin. Per chi vuole fare seriamente del mining, bisogna tenere d’occhio le tendenze del mercato, perché la situazione può cambiare su base settimanale o addirittura giornaliera.

Molti minatori moderni si uniscono ad un pool minerario, combinando risorse con altri utenti e ottenendo una quota dei profitti, ma i rischi rimangono. Come fare? Si distribuisce qualche migliaio di euro su una piattaforma mineraria, si studiano le tendenze del mercato, si passa attraverso il processo di creazione dei programmi, ci si unisce ad un pool minerario e, se i prezzi rimangono forti e si è scelta saggiamente la criptovaluta, si possono guadagnare qualche migliaio di euro all’anno.

Indipendentemente dal fatto che valga il rischio e l’investimento, è importante ricordare che tutto è in continua evoluzione: nel prossimo futuro Ethereum passerà dal suo sistema Proof of Work (PoW) per estendere la blockchain a una nuova Proof of State (PoS), sistema più facile da scalare e meno energivoro.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi