I tipi di tasso del mutuo


I mutui sono strumenti finanziari che prevedono l’acquisizione di una somma di denaro da parte del beneficiario del mutuo e la restituzione di questo denaro alla banca con il pagamento di rate periodiche. L’importo delle rate viene determinato in base al tipo di tasso a cui è indicizzato il mutuo.

Sul mercato ci sono tantissime varianti di mutui indicizzati ai diversi tipi di tasso e con le più svariate opzioni e caratteristiche che ne determinano importi e durate.

I cinque tipi di mutuo più diffusi sono il mutuo a tasso fisso, il mutuo a tasso variabile, il mutuo a tasso misto, il mutuo a tasso variabile con tasso CAP ed il mutuo a tasso variabile con rate costanti.

  1. Tasso fisso: i mutui a tasso fisso sono caratterizzati dal rimborso di rate costanti e per questo motivo permettono di pianificare la vita economica della famiglia con la certezza di avere un’uscita costante nel tempo e di non dover fronteggiare spese impreviste dovute alla risalita dei tassi.

 

  1. Tasso variabile: i mutui a tasso variabile sono, di norma, indicizzati al tasso Euribor e la rata da rimborsare varia nel tempo seguendo l’andamento di questo indice. Proprio per questa variabilità chi sceglie questi mutui deve avere la ragionevole certezza di poter far fronte ad una rata più alta qualora, in futuro, se ne presentasse la necessità.

 

  1. Tasso variabile con CAP (tetto massimo al tasso): questa innovativa categoria di mutui cerca di unire i benefici del tasso variabile con quelli del tasso fisso. In pratica sono mutui indicizzati al tasso variabile con un tetto fisso al tasso che non può essere superato e che quindi viene applicato al mutuo nei periodi in cui il tasso di riferimento è più alto del tasso massimo prestabilito (il tasso CAP).

 

  1. Tasso misto: i mutui a tasso misto, a dir la verità poco scelti dalla famiglie italiane, sono mutui composti da due parti. In genere per i primi anni il mutuo è indicizzato al tasso variabile (di solito cinque o dieci anni), dopo per la durata restate il mutuo sarà indirizzato ad un tasso fisso pattuito al momento della stipula del contratto di mutuo.

 

  1. Tasso variabile con rata costante: i mutui a tasso variabile con rate costanti sono mutui che permettono di sfruttare i minori costi caratteristici del tasso variabile avendo però la certezza di una rata di importo fisso. Bisogna notare però che in periodi di tassi alti la durata di questi mutui rischia di allungarsi di diversi anni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi