Qual è la differenza tra azioni ordinarie e privilegiate?


Un’azione indica un reclamo relativo alla proprietà di una società o agli interessi in un’attività finanziaria. Le azioni sono comunemente divise in due tipi: azioni ordinarie e azioni privilegiate. Le azioni ordinarie e le azioni privilegiate si distinguono l’una dall’altra in base ai vantaggi, ai diritti e alle caratteristiche che offrono ai possessori di tali azioni.

Che cosa sono le azioni ordinarie?

Un’azione ordinaria è una singola unità di partecipazione azionaria di una società, in cui i detentori di azioni ordinarie ricevono il diritto di votare nelle decisioni relative a questioni societarie importanti. Tali voti sono disponibili per ciascun azionista ordinario in corrispondenza del numero di azioni ordinarie detenute all’interno della società. Gli azionisti ordinari sono gli ultimi a ricevere dividendi e hanno diritto ai fondi che rimangono dopo il pagamento dei dividendi su azioni privilegiate.

I detentori di azioni ordinarie potrebbero non ricevere pagamenti di dividendi ogni anno e i pagamenti agli azionisti ordinari dipendono dalle decisioni di reinvestimento prese dagli amministratori della società. In caso di liquidazione della società, gli azionisti ordinari saranno gli ultimi a ricevere la propria quota di fondi, dopo il pagamento dei creditori e degli azionisti privilegiati.

Che cosa sono le azioni privilegiate?

Un’azione privilegiata contiene le caratteristiche del patrimonio netto e del debito poiché i pagamenti dei dividendi agli azionisti privilegiati sono fissi. I tipi di azioni privilegiate includono azioni privilegiate cumulative, in cui vengono pagati anche dividendi inclusi quelli arretrati, azioni privilegiate non cumulative, in cui i pagamenti di dividendi non persi non vengono riportati.

Le azioni privilegiate sono tali rispetto alle azioni ordinarie, quando l’azionista privilegiato riceve dividendi prima che gli azionisti ordinari vengano pagati. Questi azionisti ricevono un dividendo fisso e hanno il primo credito sulle attività e sui guadagni. Pertanto, gli azionisti privilegiati ricevono la loro quota del valore residuo dell’impresa prima degli azionisti ordinari in caso di liquidazione. Gli azionisti privilegiati non hanno diritto di voto.

Qual è la differenza tra le azioni ordinarie e le azioni privilegiate?

Sia le azioni ordinarie che quelle privilegiate illustrano un credito negli utili e nelle attività societarie. I dividendi per le azioni ordinarie possono essere irregolari e indefiniti, mentre gli azionisti privilegiati riceveranno un dividendo fisso che maturerà normalmente se i pagamenti non vengono effettuati entro un determinato termine.

Gli azionisti ordinari si trovano in una posizione più rischiosa rispetto agli azionisti privilegiati poiché sono gli ultimi a ricevere la loro quota in caso di liquidazione; tuttavia, sono anche aperti alla possibilità di un dividendo più elevato nei periodi in cui l’impresa sta andando bene. La proprietà delle azioni privilegiate offre vantaggi e svantaggi in termini di maggiori diritti su utili e attività e dividendi fissi rispetto a diritti di voto limitati e possibilità limitate di crescita dei dividendi nei periodi in cui la società è finanziariamente sana.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi